mercoledì 23 agosto 2017

Strasburgo - Dettenheim

Data: 22 agosto 2017
Luogo di partenza: Strasburgo
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: Dettenheim
Km percorsi: Km 90
Spesa giornaliera: € 131,78
Way points: sosta notte

Resoconto
Giornata di trasferimento. Oggi ci aspettano in Unicat nel pomeriggio. Durante il viaggio approfittiamo di acquistare alla lidl qualche prodotto francese ed un po' di carne per i prossimi giorni ed io , trovato estetista, preferisco fare la ceretta qui che in germania , visti i costi elevati .
All'arrivo ci rechiamo al laghetto vicino alla Unicat dove ci raggiungono Maurizio, Sonia e Giorgia, cari amici di vecchia data, in transito da queste parti , durante il rientro verso l'italia. Pranziamo con loro per poi fare una breve tappa in unicat per aggiornarli sul nostro arrivo e programmare cosa fare domani. Ritorniamo per cena al laghetto per trascorrere una amorevole serata in compagnia e ci fermiamo per la notte. Da domani, staremo in azienda per adempiere ai lavori sul truck . Sospendero' il diario fino a quando ripartiremo per continuare il nostro itinerario francese.
A prestissimo !.

Luoghi di interesse: -
Percorso in sintesi: Autostrade
Condizione delle strade: buone
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Buone
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Sosta notte selvaggia al laghetto vicino unicat
Indirizzi utili: A



- Posted using BlogPress from my iPad

Sosta a strasburgo

Data: 21 agosto 2017
Luogo di partenza: Sosta a #Strasburgo
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: -
Km percorsi: Km -
Spesa giornaliera: € 9,90
Way points: sosta notte

Resoconto
Giornata dedicata al tour di Strasburgo che si e' rivelata una delle citta' piu' interessanti e piacevoli visitate in questo tour. Partiti con il quad , abbiamo parcheggiato nella piazza sella Cattedrale e ci siamo recati al tourist office dove abbiamo acquistato una mappa con gli itinerari turistici della citta' grazie alle indicazioni , abbiamo camminato per circa un paio d'ore , apprezzando i quartieri del centro storico. Camminando lungo il fiume abbiamo incrociato alcuni musei ospitati in palazzi storici , che abbiamo tralasciato di visitare , soffermandoci di piu' nel quartiere petite france. Case a graticcio affacciate sul fiume , perfettamente ristrutturate , negozi gradevoli, e molti turisti caratterizzavano questa parte della citta'. Abbiamo avuto modo di osservare un mausoleo estremamente imponente all'interno della chiesa luterana di st. thomas , ci siamo soffermati a scattare foto passeggiando sulla diga di vauban, e siamo rientrati verso la cattedrale percorrendo la strada principale dove abbiamo pranzato in uno streat food italiano che vendeva ottimi panzarotti. Ripreso il quad ci siamo spostati per raggiungere la zona dove abbiamo parcheggiato HungryWheels . Si tratta del quartiere dove si svolgono i meeting europei. Il palazzo che ospita gli uffici del palazzo del congresso sono enormi e si affacciano sul fiume dove enormi barconi sopraggiungono per il tour della citta'. Un bel parco circonda il quartiere immergendolo nel verde. Camminiamo con i pelosi fino ad arrivare all'ingresso dell'edificio e ammiriamo le varie bandiere degli stati europei con le targhe riportanti le date di ingresso dei rispettivi stati , all'interno dell'unione. Verso le 18 rientriamo nel truck e concludiamo la nostra visita della citta' .

Luoghi di interesse: visita citta' , cattedrale, quartiere petite france , diga vauban, quartiere europeo, museo scuola art nouveau



- Posted using BlogPress from my iPad

domenica 20 agosto 2017

Nancy - Strasburgo

Data: 20 agosto 2017
Luogo di partenza: #Nancy
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: #Strasburgo
Km percorsi: Km 133
Spesa giornaliera: € 22,00
Way points: sosta notte (Strasburgo): N 48 35,904 E 7 46,351

Resoconto
Questa mattina, abbiamo dedicato qualche ora alla visita del museo della scuola di Nancy. Si tratta di una villa perfettamente ristrutturata ed arredata con mobili dell'epoca dell'art nouveau , di inizio '900. Camere da letto , sale da pranzo, suppellettili , tutte assolutamente nello stile floreale che coinvolse ed influenzo' l'andamento dell'architettura urbanistica e del design a livello europeo. Per gli appassionati del genere e' un luogo da non perdere. Bello anche il giardino con quello che era il padiglione per l'acquario . Chi volesse fare una visita piu' approfondita , ed avere informazioni su ogni pezzo di arredo, puo' avvalersi dell'audioguida, disponibile solo in inglese, francese o tedesco, che descrive alla perfezione l'intero arredo della villa. Con il quad , abbiamo poi fatto un giro per la citta' , osservando le costruzioni in stile art nouveau gia' viste ieri, a piedi. Pranzato con prodotti di pasticceria, siamo tornati al truck e abbiamo cominciato lo spostamento verso Strasburgo. Una sosta lungo il viaggio, circa a meta' strada, ha permesso a noi di fare merenda e, ai pelosi , di farsi un bagnetto in un torrente e qualche corsa su un prato verde. Arrivati a Strasburgo verso le 18,30 , ci siamo accorti che quella che e' indicata come area sosta in centro, prevede solo posti a lisca di pesce, troppo corti per HungryWheels , che occuperebbe la carreggiata . Ci spostiamo quindi di un paio di chilometri fuori dal centro, verso nord , in un parcheggio tranquillo , vicino al fiume . Domani ci dedicheremo alla scoperta di questa citta' che assomiglia piu' a quelle tedesche che a quelle francesi, essendo stata contesa fra i due stati durante la sua storia, affacciata sul reno e sul confine .
Buona serata.

Luoghi di interesse: museo scuola di Nancy
Percorso in sintesi: Strade statali e nazionale
Condizione delle strade: buona
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Poche
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Parcheggio fuori dal centro senza servizi
Indirizzi utili: A



- Posted using BlogPress from my iPad

sabato 19 agosto 2017

Sosta a Nancy


Data: 19 agosto 2017
Luogo di partenza: Sosta a #Nancy
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: -
Km percorsi: Km -
Spesa giornaliera: € 4,00
Way points: sosta notte :( Nancy): N 48 41,438 E 6 11,367


Resoconto
Come previsto, oggi, abbiamo avuto la graditissima visita del nostro amico Filippo che, da Parigi , ha preso il treno e si e' fatto piu' di tre ore all'andata , e al ritorno , per venire a trovare trascorrere con noi, un po' di tempo. Alle 11 Davide e' andato a prenderlo in stazione e insieme, sono tornati al truck, dove io li ho aspettati con ai pelosi. Parlato del piu' e del meno , poiche' sono piu di due anni che non ci vedevamo (lui e' veneto e , le occasioni che ci legavano erano le prove di orientamento che abbiamo frequentato insieme per anni), abbiamo poi pranzato sul truck, assaporando fra le altre cose, i salamini e i formaggi che ci ha portato come graditissimo omaggio, dall'italia. Verso le 14,30 , accompagnati da Niky e Odino , siamo andati tutti in centro, a piedi , percorrendo la via lungo i canali , limitrofi al nostro luogo di parcheggio, senza mancare di commentare ed apprezzare le chiatte che ivi sono ormeggiate. Queste enormi imbarcazioni, ormai trasformate in appartamenti stabili , sono completamente arredati, dentro e fuori, con giardini pensili, barbecue e tanto di cassetta della posta! Giunti in centro, nella piazza principale, siamo rimasti colpiti sia dalle architetture del municipio che dai magnifici 6 cancelli in ferro con elementi dorati , che si trovano ai lati della piazza e ad incorniciare anche gli ingressi verso il viale principale. Si stavano svolgendo diversi matrimoni e la gente che affollava la piazza era veramente particolare. Ragazzi travestiti da pagliacci che inneggiavano e si divertivano scattandosi foto vicino alla statua , nel centro della piazza, spose dai fastosi vestiti bianchi, ospiti eleganti che percorrevano le strade vicino ai bar all'aperto, turisti di varie nazionalita'. Proseguiamo la nostra passeggiata dirigendoci verso place de la carriere e lungo il viale alberato che arriva davanti alla piazza semicircolare Charles De Gaulle dove si trova il palazzo ducale. Tornati indietro sui nostri passi , proseguiamo alla scoperta della cattedrale , percorrendo rue de barres. La chiesa , in stile neoclassico - barocco, e' la prima che si differenzia da quelle che abbiamo visitato in stile gotico fiammeggiante. Prima di ritornare verso il truck, diamo una occhiata anche al quartiere antico della citta' , chiamato ville vieille. Lungo le strade percorse , incappiamo in esempi dello stile architettonico che , in questa citta' , ha visto i natali ai primi del novecento, l'art nuveau. Balconi in ferro decorato con simboli floreali, vetrate con disegni dalle linee morbide , interni di caffetterie decorati con mobili in legno intarsiati, lampade che sembrano fiori e soffitti dipinti come se fossero coperti di foglie, sono solo alcune delle cose che notiamo , lanciando lo sguardo in giro. Ormai sono gia' le 16,30 e, passando davanti alla stazione, rientriamo verso HungryWheels, per berci una birra, prima di accomiatarci da Filippo che deve tornare a Parigi, in serata. Davide lo accompagna in stazione alle 18 con l'augurio di incontrarci nuovamente al piu' presto. E' sempre bello rivedere amici e stare in loro compagnia e , il fatto che il giovane Filippo (27 anni) , abbia fatto tanta strada solo per stare con noi, e' la prova che , le vere amicizie ed i sentimenti genuini, non hanno paura del tempo , delle distanze o delle differenze di eta'. Ci si relaziona sullo stesso piano, come se fossimo coetanei e se pochi giorni fossero passati dall'ultima volta che ci siamo incontrati, aprendoci a racconti delle nostre esperienze e raccontandoci dei sogni e delle aspettative per il futuro. Bella giornata : bella citta' , buon cibo e un buon amico ! A domani con il proseguo della visita di Nancy.


Luoghi di interesse: Nancy: piazza stanislas, parc de la pepiniere, ville vieille, cattedrale


- Posted using BlogPress from my iPad

venerdì 18 agosto 2017

Essoyes - Clairvaux - Nancy


Data: 18 agosto 2017
Luogo di partenza: #Essoyes
Luoghi intermedi: #Clairvaux, #Bayel
Luogo di arrivo: #Nancy
Km percorsi: Km 189
Spesa giornaliera: € 23,00
Way points: sosta notte (Nancy): N 48 41,438 E 6 11,367
Abbazia clairvaux : N 48 08,799 E 4 47,281

Resoconto
Il precorso di oggi prevede , come prima tappa, l'abbazia di Clairvaux , fondata da san benedetto di chiaravalle intorno al 1100. La visita , solamente con guida, avviene in francese ma viene dato un foglio con i dicazioni tradotte in inglese e , la nostra guida, e' stata gentilissima darci alcune informazioni in inglese nonostante fossimo gli unici stranieri. Questa visita e' molto interessante in quanto , il complesso nato per i monaci e i conversi, venne poi trasformato in prigione , ancora oggi in funzione con una settantina si carcerati a vita. Durante la visita fanno visitare il dormitorio e il refettorio che fu dei monaci e i vecchi locali adibiti a prigione fino agli anni settanta ma ora dismessi. Per ovvie ragioni non e' possibile l'accesso alla prigione attuale. Inoltre viene chiesto un documento ai visitatori e non e' possibile fare foto. La ristrutturazione dei locali visitati e' recente . Il refettorio e il dormitorio sono grandi stanzoni con colonne ed archi, molto semplici senza alcun addobbo. Sono stati modificati nel XIX sec per quanto riguarda le finestre ma hanno mantenuto la struttura originale. Anche la cappella dei carcerati che mostra come era all'epoca sei monaci e poi dei carcerati e' interessante. Particolare la scala a chiocciola doppia , nella zona dedicata al carcere. Terminata la visita , ha cominciato a piovere, ma che novita' ! Ci siamo spostati di una decina di chilometri fino a Bayel, nota per la lavorazione soffiata del vetro cominciata con un maestro di murano e abbiamo parcheggiato vicino al cimitero per pranzare. Visto che continuava a piovere abbiamo fatto un pisolo , che si e' protratto fino alle cinque , quando ha smesso di piovere. Purtroppo il museo del vetro ormai era chiuso e , portati fuori i pelosi, abbiamo ripreso il nostro viaggio. Pochi chilometri piu' avanti siamo incappati nella croce doppia di Colombey , il paese di De Gaulle, dove si trova anche un memoriale. Noi abbiamo continuato il nostro viaggio verso Nancy su strade minori, in mezzo alla foresta e ai campi coltivati. Il cielo minaccia sempre pioggia ma speriamo di riuscire ad arrivare evitandola. Arrivo alle 21,30 , tentiamo di entrare in area sosta ma e' limitata ai camper di 5 m. Quindi ci spostiamo in parcheggio sotto un viadotto a pochi chilometri di distanza , relativamente vicino al centro. Per oggi e tutto ! Buona serata ....vado a preparare il pollo al curry!

Luoghi di interesse: Abbazia di Clairvaux, cristalli di Bayel, memoriale di Colombey les deux eglises
Percorso in sintesi: Strade statali
Condizione delle strade: buone
CStazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Buona
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Parcheggio sotto viadotto senza servici
Indirizzi utili: A


- Posted using BlogPress from my iPad

giovedì 17 agosto 2017

Troyes - Essoyes


Data: 17 agosto 2017
Luogo di partenza: #Troyes
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: #essoyes
Km percorsi: Km 50
Spesa giornaliera: € -
Way points: sosta notte (essoyes): N 48 03,644 E 4 32,103


Resoconto
Percori i circa cinquanta chilometri su strade statali di campagna, siamo giunti ad Essoyes, il villaggio famoso perche' Renoir lo adorava e trascorse molti anni qui. Girando per la piccola cittadina si possono vedere diverse immagini dei suoi dipinti , posti nei luoghi dove il pittore trasse ispirazione. La sua salma riposa nel cimitero della cittadina : una lapide semplice con una scultura in bronzo . La sua casa , il suo studio, lo spazio multimediale a lui intitolato, e le diverse didascalie che accompagnano fotografie sparse per le strade , tutto ricorda il famoso pittore vissuto alla fine dell'ottocento. A dir il vero , questo villaggio, non ha nulla di particolare se non fosse che Renoir ha vissuto qui ma, un appassionato di pittura trovera' il suo perche' anche nella visita di questo luogo. Odino e Nikita, che ci hanno accompagnato lungo le strade alla scoperta di angoli remoti, hanno molto gradito il torrente dove si sono lanciati per rinfrescarsi in questo pomeriggio un po' caldo. Si, e' arrivato finalmente il caldo , ma ho fin paura a dirlo prima che ricominci a piovere! Oggi rimarremo qui, nella piccola area sosta gratuita deserta, vicino ad un prato , a goderci un po' di calura. Domani proseguiremo con la visita di una abbazia in direzione Nancy . Sabato mattina ci viene a trovare un caro amico , Filippo, e abbiamo appuntamento per trascorrere una giornata insieme dopo tanto tempo!
Buona serata!

Luoghi di interesse: essoyes
Percorso in sintesi: Strade statali
Condizione delle strade: buone
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Buone
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Area sosta gratuita con scarico a 500 mt dal centro
Indirizzi utili: A


- Posted using BlogPress from my iPad

mercoledì 16 agosto 2017

Orleans - Troyes


Data: 16 agosto 2017
Luogo di partenza: #Orleans
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: #Troyes
Km percorsi: Km 211
Spesa giornaliera: € 31,10
Way points: sosta notte (troyes): N 48 17,447 E 4 04,392

Resoconto
Mattinata dedicata alla pulizia del truck, prima di ripartire da Orleans. Ricarichiamo l'acqua e poi ci si dirige verso Troyes. Il viaggio scorre rapido, fatto salvo per la sosta, per una panino, da Mc donald , lungo il percorso e un giro in un negozio della catena Gifi, dove vendono cianfrusaglie x la casa . Arriviamo a Troyes verso le 17 e ci fermiamo all'area sosta, in centro. Si tratta di un semplice parcheggio su asfalto , senza servizi , ma e' in buona posizione rispetto al quartiere medievale della citta' . Senza riposarci, mettiamo le pettorine ai pelosi e ci rechiamo in centro . Qui fa caldo, superiamo i trenta gradi, e noi, non ci siamo abituati. Percorsi circa cinquecento metri, entriamo nel quartiere del cinquecento con fantastiche case a graticcio , tutte storte e colorate. Forse, in questa citta' , troviamo il quartiere piu' grande da noi visto fino ad oggi, tutto completamente realizzato con case di questo tipo. Le strade sono vicoli stretti e tortuosi e la rue du chat , le batte tutte! Un vicolo dove i muri obliqui degli edifici, sembrano toccarsi , tanto quanto i tetti che quasi si sovrappongono! Bei locali , bar e ristoranti , sono presenti in questa zona, che risulta quasi tutta pedonale. Si puo' tranquillamente passare ore a gironzolare in questo quartiere storico, senza una meta precisa . Ad un paio di chilometri sorge la cattedrale di san pietro e paolo, in stile gotico, imponente, con colonne massicce al suo interno e vetrate policrome. Nella piazza antistante la chiesa, una scritta su un muro di mattoni , attira la mia attenzione: fabbrica del brunelle de troyes. Cosa sara' mai? Per me viaggiare significa entrare nella cultura dei luoghi e conoscerne anche i cibi particolari , ed in questo caso, i liquori. Entro e chiedo spiegazione all'enologo che stava riponendo bottiglie sugli scaffali. Mi spiega che si tratta di un liquore fatto con i nocciolini pestati di un frutto selvatico azzurro. Mi mostra un bastoncino con il frutto rinsecchito, che sembra un grosso mirtillo e mi fa capire che prendono il suo nocciolo , lo pestano, lo mettono con l'alcool in botti a fermentare e fanno il liquore. Ovviamente, chiedo di degustarlo e , trovandolo molto gradevole, ne acquisto una bottiglia . Lo fanno solo qui per cui .... non posso farmelo scappare! Rientriamo verso il truck, percorrendo altre vie , tutte particolari. Passiamo davanti al museo degli attrezzi che raccoglie migliaia di specifici attrezzi per lavori manuali; avendo i cani, non possiamo entrare, ma ci limitiamo ad osservare il palazzo in cui si trova l'esposizione : bellissimo. Ci sarebbero altri musei da visitare ma non possiamo lasciare i pelosi e quindi ci accontentiamo di scoprire il lato urbanistico di questa deliziosa cittadina, che vi consigliamo di venire a conoscere. Sono ormai le 20 e, terminato il racconto, mi accingerò a preparare qualcosa per cena : involtini di tacchino con prosciutto e pecorino spagnolo ( lo hanno lasciato David e Ester l'altra sera).
Buona cena !

Luoghi di interesse: troyes: quartiere del cinquecento, cattedrale museo degli attrezzi
Percorso in sintesi: Strade nazionali
Condizione delle strade: buone
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Buone
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Area sosta in parcheggio centrale a troyes no servizi
Indirizzi utili: A


- Posted using BlogPress from my iPad